StarCraft II: Wings of Liberty

No.
Nome
Note sulla traccia
Durata
Acquista su iTunes
1
Wings of Liberty
StarCraft II è stato annunciato al mondo nel 2008 a Seoul, Corea del Sud, con l’aiuto del tema centrale di quest’ouverture, composta appositamente per l’evento. È stata eseguita da un’orchestra e da un coro per la gioia di migliaia di giocatori entusiasti. Più tardi, sono state aggiunte altre melodie al mix, che rappresentano i giochi originali e diversi nuovi temi creati per Wings of Liberty e StarCraft: Ghost.
07:15
2
Public Enemy
In questo montaggio vengono esplorate le diverse caratteristiche di Jim Raynor. Il dobro squareneck e l’armonica cantano del suo personaggio con un gusto western. La sua complessa vita sentimentale e lo scoraggiamento dovuto alla perdita e al tradimento di Sarah Kerrigan sono visti attraverso un bicchiere vuoto e una chitarra acustica.
05:03
3
Heaven's Devils
I marines terran sono un gruppo di uomini duri che vivono le loro vite di camionisti-cowboy spaziali con una colonna sonora "freedom rock" e altri inni esaltanti. Di conseguenza, la musica che accompagna le missioni centrare sui terran riflette questo spirito. Questo tema ha le sue radici direttamente nello stile musicale creato con il primo StarCraft.
07:06
4
The Deal
Questo è uno dei primi brani composti per StarCraft II e fornisce quell’iniezione di adrenalina che caratterizzava il teaser originale pubblicato nel 2008. Nella versione finale, i giocatori apprendono delle condizioni per il rilascio di Tychus Findlay e del suo "patto con il diavolo".
04:55
5
Escape from Mar Sara
Inseguiti in volo dagli zerg, Raynor e i suoi uomini devono affrontare un rapido ma epico scontro fino a quando Matt Horner non riuscirà ad aprire una via di fuga per la Hyperion. In quel momento realizzano che la Regina delle Lame è tornata. Vengono dispiegate tutte le forze dell’orchestra, oltre ad alcuni dei riff corali più intensi di tutta la colonna sonora.
01:47
6
Zeratul's Warning
Perso nei suoi pensieri, Jim Raynor viene colto di sorpresa da un incontro inaspettato con il suo vecchio amico. Alcuni suggerimenti del tema dei protoss tradiscono la presenza di Zeratul prima che lui si materializzi e iniziano a raccontare dell’antica profezia che li ha uniti.
01:45
7
The Prophecy
Simboli alieni di un passato lontano raccontano dei tempi disperati che ci aspettano. Il monologo di Zeratul a riguardo del destino è interrotto da un attacco delle idralische e da un confronto con Kerrigan come Regina delle Lame. Le voci inquietanti sottolineano ancora di più il concetto dei protoss e il loro ruolo nell’universo, portando allo scontro tra Zeratul e Kerrigan. I 78 musicisti della Skywalker Symphony Orchestra riescono a rendere ogni attacco più violento del precedente e aiutano le parole profetiche di Kerrigan a penetrare nell’anima di Zeratul.
04:08
8
Firstborn
I giocatori che si affrontano nelle mappe centrate sui protoss vengono accompagnati nel loro viaggio tra le memorie collettive di questa razza. Archi, campane e un minaccioso sfondo corale sono i colori chiave di questa tavolozza. Questa musica è stata una delle prime a essere composte per StarCraft II e ha accompagnato i primi filmati di gioco resi pubblici.
06:18
9
I, Mengsk
L’imperatore Arcturus e suo figlio Valerian hanno manipolato il destino di milioni di persone, in base a uno strano concetto di arte sentimentale e tradizione. Di conseguenza, quest’aria è udibile di sottofondo mentre vengono fatte scelte e impartiti comandi orribili. Era presente anche nel primo StarCraft con una voce femminile e un arrangiamento diverso. Questo tema è presente in un montaggio che esplora i risultati e la devastazione lasciati da Mengsk.
09:45
10
Better Tomorrow
Un sogno su cosa sarebbe potuto essere secondo Matt Horner è accostato a una scelta morale da prendere da parte di Raynor e dei giocatori, quando Tosh riporta le ultime notizie del Dominio. In questo caso la musica passa da disperata a incoraggiante, fino ad arrivare a una preghiera di assoluzione per tutti.
02:22
11
Card to Play
I terran e gli zerg si scontrano su un vasto campo di battaglia, in quello che è lo scontro più sanguinoso dell’intera campagna. Il generale viene gravemente ferito, mettendo a repentaglio la loro stessa sopravvivenza. Nel mezzo dell’epica colonna sonora della battaglia, caratterizzata da un muro sonoro orchestrale che si abbatte sui combattenti, inizia a emergere un tema che può rivelare il destino del generale.
02:31
12
The Hive
Milioni di zerg... lo sciame si espande ovunque, mentre i giocatori combattono in aree dominate da questa razza insidiosa. Timbri musicali ultraterreni quanto queste creature si evolvono e oscillano con ritmi complessi che rappresentano un vero microcosmo.
02:31
13
Fire and Fury
La morte circonda Raynor e i sopravvissuti dall’ultimo attacco degli zerg. In questo caos, l’ultimo pezzo di un antico puzzle trova finalmente il suo posto, offrendo una via di fuga pericolosa ma percorribile. Le speranze sembrano poche e Raynor, con l’aiuto del tema musicale che rappresenta la speranza e lo spirito ribelle, deve riuscire a infondere determinazione nei suoi uomini... c’è ancora da combattere.
03:38
14
The Showdown
Questo è il momento decisivo. Vengono prese decisioni, a volte in pochi secondi e con implicazioni che dureranno intere vite. Le emozioni contrastanti e la speranza di una nuova alba sono dipinte in quest’affascinante composizione orchestrale e una voce ammaliante si innalza oltre ciò che le parole possono esprimere.
03:54
Anteprima di 30 secondi
Durata totale: 01:02:58
Totale: 14 Brani
Su questo album Leggi tutto

L’universo di StarCraft contiene una gamma eclettica di influenze musicali, personaggi e situazioni che scaturiscono fin dalle origini del gioco, nel 1998 e del suo set di espansione, Broodwar. La maggior parte della musica fu, ai tempi, realizzata su tastiere. Ora, l’orchestra diStarCraft II: Wings of Liberty può vantare corni registrati dal vivo, chitarre epiche, synth fulminanti, chitarre resofoniche, armoniche, cori e una miriade di suoni luminosi e oscuri, soavi e tonanti.

Dai marine terran e i loro modi da cowboy spaziali alle antiche profezie dei protoss, fino alla mente-alveare degli zerg e alle complesse personalità dello sceriffo Jim Raynor, di Sarah Kerrigan (ora Regina delle Lame) e del famigerato Arcturus Mengsk e del suo Dominio - ognuno ha una storia, un feeling, un timbro e una vibrazione che devono risuonare ed essere rappresentate nella colonna sonora. Se Raynor sembra estrarre più velocemente il suo revolver, o se l’aspetto di Tychus Findlay può essere reso più imponente grazie alla musica, allora i compositori e i musicisti hanno davvero fatto un ottimo lavoro.

La musica di StarCraft II è stata registrata in molti luoghi e con stili molto differenti. La nostra ricerca di un suono da “colonna sonora cinematografica” ci ha portato al leggendario studio Skywalker presso il bellissimo ranch Lucasfilm a Marin County, in California. Lì abbiamo registrato con 78 incredibili musicisti, perfettamente sincronizzati allo schermo. I musicisti, che provengono dalle orchestre San Francisco Symphony e Opera, sono professionisti di rango mondiale, che si sono guadagnati il prestigioso titolo di “Skywalker Symphony Orchestra”.

Dopo le registrazioni, siamo andati a Seattle, Washington, dove un coro a 32 voci (registrato in tripla traccia a 96 voci) ha prestato il suo talento alla nostra musica. A mixare entrambe le sessioni è stato John Kurlander, che non solo ha registrato la colonna sonora di tutti e tre i film del Signore degli Anelli, ma che da giovane apprendista londinese, fu assistente alla registrazione di “Abbey Road” dei Beatles.

Infine, ci siamo ritrovati a Woodstock, New York, dove risiedono tantissimi alunni della Peter Gabriel band. Lì abbiamo catturato lo spirito della musica della Terran Band in una vecchia chiesa trasformata in uno studio di registrazione chiamato Dreamland. Fra i membri della band si annoverano il bassista Tony Levin, che ha suonato con tantissimi artisti, fra cui John Lennon e il batterista Jerry Marotta, che si è già esibito in due BlizzCon, e che ha suonato con Paul McCartney, tanto per fare qualche nome.

Alcune registrazioni locali negli studi Blizzard, con Laurence Juber, ex-chitarrista degli Wings, e con il leggendario Tommy Morgan all’armonica, hanno messo la ciliegina sulla torta musicale di StarCraft II, per un totale di quattro ore di musica originale per il gioco e le sue molte cinematiche. Ogni compositore ha scelto le sue battute preferite, che insieme formano questo album. Siamo estremamente fieri della colonna sonora di StarCraft II: Wings of Liberty e speriamo che questa nuova aggiunta all’eredità musicale di Blizzard’ e di StarCraft sia di tuo gradimento.

- Russell Brower, direttore audio & compositore, Blizzard Entertainment

CompositoriGlenn Stafford, Derek Duke, Russell Brower, Neal Acree

Musiche aggiuntive: Laurence Juber, Cris Velasco, Sascha Dikiciyan, Inon Zur, "Eternal Father, Strong to Save" di William Whiting e John B. Dykes, 1860

Eseguita da: The Skywalker Symphony Orchestra